close
Lifestyle

Crescono i tradimenti online. Le donne lo fanno su internet

Crescono i tradimenti online. Le donne lo fanno su internet

Nell’era degli smartphone e dei tablet potevano le scappatelle extramatrimoniali sottrarsi al dominio di internet? Certo che no. La vita emotiva e sessuale passa per chat dedicate, social network (Facebook ha aperto la strada a molti divorzi) e siti ad hoc.

Il tradimento online, infatti, è in costante crescita e sono soprattutto le donne a cercare l’evasione virtuale su siti di fama internazionale come Ashley Madison il cui fondatore Noel Biderman si propone “di sdoganare l’idea che la moglie possa tradire il marito”, Gleeden ovvero “il primo sito di tradimenti fatto dalle donne per le donne” e l’italiano http://tradimentiitaliani.com/. Per agevolare il tradimento femminile esistono perfino delle app da scaricare sul cellulare, molto nota Bumble di Tiner che vanta 20 milioni di contatti al giorno.

Le donne preferiscono il tradimento 2.0 per diversi motivi, tutti facilmente intuibili. In questo modo superano la difficoltà di agganciare un papabile amante sul posto di lavoro o in un locale esponendosi a rischiosi imprevisti, mentre chi opera nel settore delle scappatelle extraconiugali offre la massima discrezione e la garanzia di incontri selezionati. Il profilo degli uomini “in vetrina” è verificato e reale. Inoltre le fedifraghe ricevono consigli su come affrontare il primo appuntamento, come e se proseguire l’avventura e come curare il proprio look. L’approccio online finisce poi nel modo tradizionale: nel letto di un hotel o sui sedili posteriori dell’auto. Insomma, mettere le corna non è mai stato così facile. Sensi di colpa a parte.

L’aiuto online al tradimento vanta un giro d’affari enorme: oltre 120 milioni di dollari in tutto il mondo. E l’Italia? Decisamente infedele. Solo nel Bel Paese i profitti superano i 7 milioni di euro e, almeno in questo senso, la parità tra uomo e donna si può dire raggiunta. Infatti, secondo i dati diffusi da una ricerca Istat e Associazione matrimonialisti italiani (AMI), l’adulterio è consumato tanto dalle donne (48%) quanto dagli uomini (52% ) e la metà delle coppie sposate “dimentica” la promessa di fedeltà. In particolare, a sfuggire alla monotonia del matrimonio sono donne tra i 35 e 45 anni di cultura medio-elevata. Circa 2.000 ogni mese. Le birichine si trovano nell’ordine, a Napoli, Roma e Milano.

Leave a Response