Cemento industriale per pavimenti, perché sceglierli

Tutte le caratteristiche dei pavimenti in cemento industriale che lo rendono perfetto per casa

La scelta di realizzare un pavimento in cemento permette di usare un materiale moderno, resistente all’usura, all’urto e alle macchie, con un effetto finale minimalista; inoltre, questa finitura offre una superficie continua, senza fughe, liscia al tatto, di lunga durata e di facile pulizia. Ecco dunque perché scegliere i pavimenti in cemento industriale.

PAVIMENTO INDUSTRIALE IN CEMENTO IN CASA

I pavimenti in cemento industriale sono da sempre utilizzati negli spazi aziendali come ad esempio i grandi capannoni, ma oggi non sono gli unici luoghi in cui si apprezzano.

L’elevato livello di igiene che contraddistingue queste pavimentazioni infatti le rende idonee anche in ambienti come ospedali, sale operatorie e studi medici, ma pure nei locali pubblici e commerciali, oltre che per le case moderne.

Il cemento infatti è perfetto anche per realizzare rivestimenti di pareti e piatti doccia che evitano l’annidarsi dello sporco, principalmente per l’assenza di fughe, ma è davvero molto apprezzato e diffuso come pavimentazione interna.

Insomma si tratta di una vera e propria innovazione relativa all’epoca moderna: oggi sono proprio le case quegli ambienti in cui le pavimentazioni in cemento industriale si coniugano perfettamente con arredi moderni, sia in acciaio che in vetro, ma anche con materiali più tradizionali, come il legno.

Per questo motivo è un tipo di pavimentazione molto in voga nelle ville di hollywood e in genere nelle case dei vip come descritto in questo articolo Levigatura e lucidatura dei pavimenti in cemento industriale.

COME REALIZZARE UN PAVIMENTO IN CEMENTO INDUSTRIALE

Per realizzare un pavimento in cemento industriale è dapprima necessario individuare il tipo di massetto, valutando il peso del carico: se quello da sostenere è adatto al solaio, non è nemmeno necessaria la rimozione della pavimentazione preesistente.

In caso contrario si realizzerà un massetto a base cementizia e poi verrà posato il pavimento in cemento industriale, tenendo presenti le condizioni climatiche, evitando gli sbalzi termici e le correnti d’aria. Per evitare fessurazioni, infatti, è fondamentale che la contrazione del materiale sia perfettamente omogenea.

Una volta che il fondo sarà resistente e omogeneo si passerà al livellamento e alla lisciatura con staggia: l’ultima fase sarà poi quella di levigatura del pavimento in cemento con frattazzatrice (detta “elicotteratura”).

A questo punto il risultato sarà lucido e il pavimento diverrà una superficie dura, densa, resistente e bella da vedere. È possibile aggiungere una verniciatura finale con una resina idro e olio repellente così da rendere il pavimento in cemento resistente alle macchie e agli agenti chimici.

USI PAVIMENTAZIONE CEMENTO INDUSTRIALE

Come detto, il cemento industriale è un materiale molto versatile che può essere utilizzato per:

  • case e loft
  • uffici e aree commerciali
  • show-room e spazi espositivi
  • musei
  • hotel
  • ecceteraDa notare che la personalizzazione del rivestimento varierà in base allo spessore del cemento, scegliendo tra pavimenti:
  • ultrasottili – 2/3 mm
  • molto sottili – 3/4 mm
  • sottili – 5/6 mm

Anche la texture finale garantisce la scelta di effetti come:

  • grezzo
  • lucido
  • opaco
  • velluto (“nuvolato”)
  • anticato
  • marmo

Le combinazioni di colori create con i pavimenti in cemento sono pressoché infinite grazie alle tecniche di lavorazione specifiche che offrono un effetto unico e al tempo stesso elegante, senza tempo.

PAVIMENTO IN CEMENTO INDUSTRIALE: LA VERSATILITÀ

Come anticipato, la posa dei pavimenti in cemento industriale garantisce la possibilità di ottenere una superficie uniforme e senza fughe, senza dover andare a smantellare il pavimento già esistente.

Infatti, dopo particolari lavorazioni di levigatura e preparazione, il rivestimento in cemento andrà a ricoprire la vecchia pavimentazione, donandole lo stile finale desiderato.

Questa tecnica di rivestimento esclude quindi la demolizione e si adatta quindi facilmente a qualsiasi tipologia di pavimentazione esistente, come ad esempio legno, piastrelle in ceramica, marmo, gres, calcestruzzo, eccetera.

Infine, la posa di pavimentazioni di questo tipo è veloce, evita lunghi cantieri o periodi di inagibilità dell’ambiente.